Una Torino tutta da scoprire…

Porta Palazzo il mercato all’aperto più grande d’Europa offre ogni tipo di merce…Uno spaccato della città, melting pot di antiche tradizioni contadine piemontesi, stratificate con i fenomeni di immigrazione provenienti dal sud Italia negli anni ’50 e alle nuove contaminazioni delle migrazioni dal Nord Africa, dall’Africa Sub Sahariana, dall’Asia, dal Sud America e dall’Europa dell’Est. Un incontro di vecchie e nuove tradizioni, tra profumi e sapori da provare. I nostri travel blogger hanno vissuto un’esperienza diversa, per una Torino in continua trasformazione, con una guida d’eccezione: lo Chef Kumalè.

Annunci

Milano…alla scoperta della città!

Il blog tour è partito da Piazza Duomo. Nello storico Camparino i blogger hanno incontrato i titolari, hanno assistito alla preparazione di un cocktail Campari e…. assaggiato! Si sono rifocillati con un pranzo tutto milanese per poi partire alla scoperta del Parco Sempione al bordo del segway, un’esperienza davvero divertente e originale. Il resto del pomeriggio è stato dedicato alla scoperta di Leonardo Da Vinci a Milano, con una visita breve al Cenacolo e la visione dei disegni del Codice Atlantico, il vero “Codice Da Vinci”.
La serata è iniziata con una degustazione di vini e formaggi e si è conclusa con una bella cena sui Navigli. Il giorno 2 sarà ricco di altre esperienze milanesi dedicate all’arte, alla creatività e naturalmente…alla buona tavola!

E dagli amici dell’Agenzia IN LIGURIA

Genova ed il suo mondo, le sue atmosfere. Una città in verticale per l’altezza dei suoi palazzi e la ristrettezza dei suoi “caruggi” (i vicoli), tanto amati dai cittadini e cantautori. La città dei contrasti cromatici, che spaziano dal blu del mare al nero dell’ardesia ai tipici colori pastello delle facciate delle case. Una città che lascia scoprire poco a poco le proprie bellezze, profumi e sapori, per poi stupire e concedere il fascino della scoperta a tutti coloro che la desiderano vivere. Questa è solo una piccola anticipazione di quanto la città delle sorprese vi riserva.

Lasciate quindi spazio all’emozione della meraviglia, si parte!!!

Foto Archivio Agenzia in Liguria

 

Torino aristocratica e accogliente: quei mille volti che non ti aspetti

Sabauda ma multietnica. Magica e un po’ misteriosa , gaudente e nottambula, golosa di caffè e cioccolato, culla del cinema e gaudente quanto basta. Saranno pronti, i tre blogger assegnati al capoluogo piemontese da Quality4Travel, a scoprire i volti inconsueti  della prima capitale d’Italia? Ci troveremo proprio nei giorni di Cioccolatò, con la ghiotta occasione per entrare nello spirito della patria del Giandujotto, tra i Maestri del Gusto e le grandi firme del settore, ma non senza essere stati nel tutto torinese e bellissimo Quadrilatero Romano, tra le  piccole vie lastricate del centro storico, meta preferita da chi ama il nightclubbing. E, visto che “la vita è troppo breve per mangiare e bere male”, Torino, la prima città taggata a colori al mondo,  svelerà  per l’occasione che  persino l’hamburger nel panino può essere politically correct,fatto di carni bovine a km 0 della famosa razza Piemontese. E poi, l’avreste mai immaginato che la regione dei grandi vini fosse anche cultrice della buona birra? Già verso la fine dell’800 alcuni celebri birrifici emulavano con successo le produzioni inglesi e tedesche, ed oggi la tradizione prosegue con successo. Ma le vie diritte, gli edifici nobiliari e risorgimentali, l’apparente riservatezza nascondono altre sorprese: dai percorsi sotterranei nelle gallerie del Settecento, le antiche cripte del centro storico, gli infernotti dei palazzi barocchi a i volti inquietanti, agli enigmi massonici, ai simboli esoterici e alla magia; e poi il mercato all’aperto più grande d’Europa di Porta Palazzo che, grazie ad una guida d’eccezione,  il  torinese “ Chef Kumalè”, uno dei massimi esperti di cucine del mondo, non avrà più segreti tra prodotti, volti, odori, immagini e ed oltre 60 lingue diverse in un melting pot di colori e gusti. Sulla cima della Mole Antonelliana, dopo l’affascinante esperienza del Museo Nazionale del Cinema, una vista impagabile della città lascerà un ricordo sicuramente indelebile, da..far girare la testa!

Genova, la seduzione sottile della città di mare

Con quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ così, che abbiamo noi che abbiamo visto Genova…” canta il piemontese Paolo Conte. Di sicuro, i nostri travel e food blogger – immersi nella Genova proposta dal programma di Quality4Travel – avranno una certa soddisfazione dipinta sul viso: inebriati  dagli odori del mare e dalle suggestioni dei caruggi nel dedalo di vicoli e piazzette, sedotti dal profumo della farinata calda e del pesto, travolti dalla movida e dal rito dell’aperitivo, col “gotto” di vino bianco ligure accompagnato dalla focaccia genovese o il “baxeichito” a base di basilico. Genova “La Superba”, detta anche la Repubblica dei Magnifici, è una grande e moderna città dal cuore antico, dove nel centro storico più vasto d’Europa magnifici palazzi patrimonio dell’Umanità UNESCO si affiancano a pittoresche botteghe ultracentenarie, dove la cultura del mare sposa l’arte e la poesia dei grandi cantautori, vero e proprio luogo di culto dei tanti amanti della poesia di Fabrizio De Andrè.

Sarà un’immersione totale, per i tre fortunati: scopriranno la vera ricetta del Pesto genovese con  gli organizzatori del Campionato Mondiale di Pesto al Mortaio,  esploreranno i caruggi alla ricerca dei tesori nascosti e dei punti wi-fi cittadini, si faranno guidare nei luoghi più tipici e meno battuti, prenderanno parte alla celebre movida genovese nei locali di maggiore tendenza, impareranno i segreti della tipica focaccia genovese e, nell’esclusiva terrazza vetrata con vista panoramica sul mare firmata dalla Renzo Piano, sede di Eataly, prenderanno confidenza con i prodotti tipici regionali ed i presidi liguri certificati Slow Food. E non si faranno mancare nemmeno visita al Sommergibile “Nazario Sauro” nella veste di “visit-attori”, calandosi nel primo sommergibile-museo visitabile in acqua al MU-MA – Galata Museo del Mare.…Altro che “faccia un po’ così”…

Milano tra arte e design, fuori da tutti i luoghi comuni

Cari amici blogger, lasciate tutti i luoghi comuni e con Quality4Travel scoprirete l’anima autentica del capoluogo lombardo: l’arte, il desig, la creatività. La zona dei Navigli, prediletta dagli artisti, come pure il quartiere di Brera con lo storico Bar Jamaica, frequentato dai più noti pittori, architetti e giornalisti italiani alla moda del XX secolo;  lo Studio Museo Achille Castiglioni, uno dei più importanti designer italiani, ora aperto al pubblico in un percorso alla scoperta del design nel suo farsi, con gli ambienti di lavoro, i prototipi dei suoi oggetti più famosi e coloro che oggi studiano e proseguono la sua opera; il quartiere Tortona, ex area industriale divenuta oggi un quartiere moderno e vivace, sede di atelier e laboratori, cuore degli eventi della Design Week che si svolge ogni anno in aprile. E poi i Laboratori del Teatro alla Scala negli spazi dell’ex fabbrica Ansaldo, dove vengono create le scenografie e i costumi del celebre teatro milanese, a contatto con scultori, pittori, sarte e decoratori che lavorano dietro le quinte. Ma nella proposta di Quality4Travel ai blogger ospiti c’è anche la Milano di Leonardo Da Vinci, con i disegni originali del “Codice Atlantico”, il più importante dei codici leonardeschi – esposto per la prima volta in assoluto nel convento di Santa Maria delle Grazie, gioiello del Rinascimento milanese – e del celeberrimo Cenacolo Vinciano. E la celebre “Milano da bere”? Eccola, con l’happy hour nel quartiere Ticinese, ritrovo dei giovani milanesi e al Caffè Camparino nella Galleria Vittorio Emanuele II, all’angolo con Piazza Duomo: un locale inaugurato nel 1915 dove la decorazione e l’arredamento sono tutt’ora uno dei più begli esempi di liberty milanese, dove non mancherà una dimostrazione di “storici” cocktail milanesi. Infine, una note dolce e di alta qualità: “T’a” , azienda specializzata nella produzione di cioccolatini, brand giovane ma con radici profonde nella storia della pasticceria milanese.

Marchio di qualità “Yes! Enjoy Torino Top Hospitality”

Il marchio di qualità Yes!, giunto quest’anno alla decima edizione, è attribuito dalla Camera di Commercio agli alberghi, ai residence e ai rifugi della provincia di Torino che dimostrano di essere conformi a oltre 600 requisiti qualitativi: cortesia, efficienza, pulizia, facilità di prenotazione, rispetto per l’ambiente. I requisiti sono verificati da mystery client, ospiti inattesi e in incognito, a garanzia di una maggiore attendibilità. La qualità Yes! misura la rispondenza di una struttura ai massimi standard di accoglienza internazionali. Il marchio ha validità un anno e deve essere riconfermato ogni volta, assicurando così costanza e continuità delle prestazioni.

Per i nostri blogger abbiamo scelto la qualità Yes e tre momenti per viverla. www.yestorinohotel.it